05 febbraio 2008

Dantea .......... una storia

Come promesso vi racconto perchè mi chiamo Dantea.

Quando sono nata i miei genitori abitavano a San Felice Circeo (a 50 Km da Latina) e mamma mi ha sempre detto di avermi messo questo nome perchè vicino casa abitava una bambina che si chiamava Dantea e che le piaceva tantissimo.

A due anni dalla mia nascita ci siamo trasferiti a Cisterna di Latina per motivi di lavoro di mio padre e quella bambina non l’abbiamo più rivista, però mamma sapeva che si era trasferita a Latina.

Quindi io ho sempre saputo che la mia omonima abitava a Latina ma non mi sono mai preoccupata di cercarla anche perchè ho studiato a Latina, ho lavorato in una fabbrica dove c'erano molte persone di Latina e mai nessuno mi ha parlato di un'altra Dantea.

Nel 2002 ho conosciuto delle signore di Latina le quali subito mi hanno informata che conoscevano una Signora che si chiamava Dantea un pò più grande di me e che l'avrei trovata presso una galleria d'arte dove lei si recava abitualmente.

Tornando a casa mi sono detta: Mi presento dicendo cosa? "Piacere sono Dantea" e poi? Insomma non me la sono mai sentita di fare questo passo.

Chi segue il mio blog sa che questa estate sono stata in vacanza un Romania con un gruppo di persone di Latina e tra queste c'era Mimma, con lei durante il viaggio abbiamo parlato molto.
Un giorno in pulman le ho raccontato perchè avevo questo nome e Mimma mi ha detto che tornando a Latina mi avrebbe messo in contatto con la signora Dantea che conosceva benissimo.

Dopo circa un mese da quel viaggio in Romania, una sera è squillato il telefono di casa, era Mimma: abbiamo chiacchierato del più e del meno e prima di salutarci mi ha detto che quel pomeriggio aveva parlato con la signora Dantea di me e della mia storia.

A questo punto mi sono decisa: un pomeriggio uscendo dall'ufficio invece di girare a sinistra per andare a casa, ho girato a destra per andare a Latina presso la galleria d'arte per incontrare la signora Dantea e non l'ho trovata, ma sono riuscita a sapere il numero di telefono di casa.
La sera stessa l’ho chiamata e ci siamo messe d'accordo per incontrarci a casa sua.

FINALMENTE L’INCONTRO !!!!

Sia per lei che per me è stato emozionante, tra tutte le cose che ci siamo raccontate lei mi ha detto:

“ho la sensazione di aver ritrovato una sorella di cui non sapevo l’esistenza. Dopo la tua telefonata volevo raccontare a qualcuno cosa mi stava capitando, ho preso il telefono per dirlo a mia madre ma subito ho pensato:
Ma cosa sto facendo, mamma non c’è più”

Vi sembrerà strano ma ho avuto la stessa sensazione e lo stesso desiderio, anche io avrei voluto raccontarlo alla mia mamma ma purtroppo anche lei non c’è più.
Sono sicura che dall’alto le due mamme hanno assistito a tutto questo.

GRAZIE MIMMA!!!!!!!!!

4 commenti:

Susy ha detto...

Dantea che bella storia... mi ha messo i brividi e immagino che sia stato molto emozionante.
Certe volte le vite si rincorrono, io ho questa sensazione, sono felice per te e per il fatto che non hai perso questa occasione.

ti saluto con affetto.

p.s. prendi il codice del banner piccolo, quello che hai messo è troppo lungo ;-)

Zia Dantè ha detto...

Susy la storia del mio nome oltre ad averla messa qui nel blog la racconto in ogni occasione perchè mi piace molto è troppo bella.

Mimma ha detto...

Sono felice che l'incontro sia avvenuto, � stata anche per me una grande emozione condivisa insieme a voi.
Un forte abbraccio ad entrambe le Dantea!

Con tanto affetto, Mimma.

Laraenigma ha detto...

Questa storia è bellissima proprio come il vostro nome. Siete state molto fortunate ad incontrarvi.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...